Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all'impiego
di cookies in conformità alla nostra Politica sui cookies
Vai alla Home Page
Azienda | Servizi | News | Tools | Contatti | Mappa del sito  
 
Pagina 2 di 14
Prima pagina Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 Pagina successiva Ultima pagina
08/02/16
RC Auto, i premi dipendono dall’area geografica

L’ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) aveva avvertito che ci sarebbero stati dei rincari delle polizze RC Auto se il disegno di legge Concorrenza fosse passato senza modifiche. Dopo l’invio dei pareri sulle proposte di modifica dall’articolo 1 al 16 (su 52 presenti) da parte della Bilancio, l’esame del Ddl Concorrenza comincia ad entrare nel vivo in commissione Industria al Senato.

Ma quanto costa l’assicurazione auto? Secondo l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni (IVASS), il premio medio per la garanzia RC Auto nel terzo trimestre 2015 è stato pari a 452 euro; il 50% degli assicurati ha pagato più di 408 euro. Rispetto all’anno prima la variazione media del prezzo è stata pari a -7,5% su base annua e +0,6% su base trimestrale.

In particolare, per il totale dei contratti il premio medio delle autovetture ha registrato a dicembre 2015 una diminuzione del 5,8% rispetto allo stesso mese del 2014, per i motocicli il premio risulta invariato e per i ciclomotori si registra invece, dopo quasi due anni di riduzioni, un aumento del 4,1% (dati ANIA).
Da considerare che il dato ingloba premi molto differenti da provincia a provincia, con una prevalenza di prezzi alti al Sud e al Centro: Napoli si conferma la provincia con le polizze RC Auto più care (714 euro), mentre Aosta si rivela la più economica (304 euro) seguita da altre provincie del Nord Italia come Belluno, Gorizia, Pordenone, Udine.

In riferimento alla relazione tra classe di Bonus-Malus e la sinistrosità risultante dall’Attestato di Rischio, questa risulta essere alta e positiva. Il 35% dei sinistri presenti nella Banca Dati Sinistri dell’IVASS non appare nell’Attestato di Rischio utilizzato per determinare la classe di Bonus-Malus e fissare le condizioni del contratto per l’anno successivo. Emerge dai dati IVASS che Milano ha il livello medio più alto di bonus/malus (2,5), mentre Napoli il più basso (1,5).

Ulteriore elemento interessante è la scarsa presenza della scatola nera a bordo dei veicoli, la quale permetterebbe di abbassare il premio assicurativo. Soltanto il 15,5% degli automobilisti ha assicurato l’auto con la scatola nera nel terzo trimestre 2015.


22/12/15
Finanziaria Internazionale premia la fedeltà al lavoro di undici dipendenti
Finanziaria Internazionale (Finint) ha consegnato alcuni riconoscimenti ai dipendenti che hanno tagliato importanti traguardi nella vita aziendale dimostrando attaccamento al lavoro che rappresentano ed essendo esempio di fedeltà e solidità per tutti gli oltre 630 dipendenti del Gruppo.

Nel corso della tradizionale cerimonia di riconoscimento delle anzianità aziendali, svoltasi nella giornata di ieri nella Sala Consiglio della sede principale di Via Alfieri a Conegliano (palazzo di vetro), il Presidente Enrico Marchi insieme ai Responsabili delle aree di business del Gruppo ha ringraziato i dipendenti che hanno raggiunti i 10 – 20 e 30 anni di servizio per il loro prezioso impegno, oltre a fare un breve punto sull’anno appena concluso e linee future, anno che ha consolidato la nascita di Banca Finint avvenuta a fine 2014 aprendo un nuovo capitolo e nuove prospettive di mercato per il Gruppo di cui tutti i presenti sono stati riconosciuti forti attori protagonisti.

“Siamo consapevoli che è proprio grazie alle vostre capacità, conoscenze e determinazione che possiamo continuare a guardare al futuro con ottimismo e fiducia”, ha affermato Enrico Marchi, aggiungendo che “la vera forza di Finint sta nel talento che sanno esprimere e nell’esperienza che portano ogni giorno le persone come voi".

I premi alle carriere sono stati consegnati alla presenza del top management, che a sua volta si è congratulato con i dipendenti, con la soddisfazione di averli accompagnati in un percorso di continua crescita personale e professionale.

I premiati:
10 anni: Paolo Dal Cin, Matteo Evali, Martina Gaiotti, Emanuele Prataviera, Vally Roveda, Diana Salvador, Serena Serafin, Paola Tonon.
20 anni: Enrico Barbon.
30 anni: Luisa Santin.


26/11/15
RC Auto: diminuita la frequenza dei sinistri e indietreggiano i prezzi

Insurance Europe (la Federazione degli assicuratori europei) ha pubblicato il Rapporto “European Motor Insurance Markets” nel quale analizza e descrive gli andamenti tecnici della RC Auto nei Paesi Europei.

Tra il 2005 e il 2013 la frequenza dei sinistri è diminuita più velocemente in Italia (-32%) che nella media europea ( -21%), con un’accelerazione nel triennio 2011-2013.

Secondo i dati di Insurance Europe, però, nello stesso periodo il costo medio degli incidenti nella RC Auto in Italia è cresciuto ad una velocità tripla rispetto alla media europea, con un incremento pari al 34% rispetto al 10% europeo.

Ad incidere su questo risultato è l’elevato numero di incidenti con danni alla persona i cui risarcimenti hanno pesato nel 2013 circa il 60% sul prezzo della polizza RC Auto che sarebbe necessario a coprire il costo dei sinistri ponderato per la loro frequenza.

A settembre 2015 i prezzi delle assicurazioni retrocedono fino a quota 378 euro, il 5,9% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, con una diminuzione in media pari a 23 euro. Un dato confermato anche dai risultati dell’analisi dell’ISTAT che segnala una variazione tendenziale dell’indice dei prezzi relativi alle coperture RC Auto a 12 mesi pari a -1,9%. I contratti rilevati nel rapporto dei trends redatto dall’ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) superano i 2,4 milioni di euro nel mese di settembre 2015, di cui il 76% è stato stipulato per le auto, il 7% per i motocicli e il 3% per i ciclomotori.


17/11/15
Addio al tagliando dell’assicurazione sul parabrezza dell’auto

Dal 18 ottobre 2015 non si espone più sul parabrezza il tagliando dell’assicurazione poiché il controllo della copertura viene effettuato attraverso la verifica della targa. Dunque, nel corso dei posti di blocco, le Forze dell’Ordine potranno riscontrare se il numero di targa è presente nella banca dati dei veicoli assicurati istituita presso la Motorizzazione Civile e sanzionare gli eventuali evasori.

È importante ricordare l’obbligo di tenere a bordo del veicolo il certificato di assicurazione, il documento che attesta la regolarità della copertura, in quanto è fondamentale sia in caso di incidente per lo scambio di informazioni sia per circolare all’estero nei Paesi dell’Unione Europea. La prospettiva futura sarà la possibilità di verificare la copertura assicurativa anche attraverso i dispositivi di rilevazione a distanza: Autovelox, Tutor, Telepass e telecamere Ztl.

Il Ministero dei Trasporti e l’IVASS ricordano che circolare senza assicurazione comporta in ogni caso il sequestro del veicolo e l’applicazione di una sanzione (da 848 a 3.393 euro), per questo è importante tenere il certificato assicurativo nel veicolo.


Pagina 2 di 14
Prima pagina Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 Pagina successiva Ultima pagina