Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all'impiego
di cookies in conformità alla nostra Politica sui cookies
Vai alla Home Page
Azienda | Servizi | News | Tools | Contatti | Mappa del sito  
 
Pagina 5 di 14
Prima pagina Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 Pagina successiva Ultima pagina
07/05/14
Viaggi e vacanze. Ci hai pensato?
Superato l’inverno, da poco è iniziata la primavera. I colori, gli alberi in fiore, le giornate che si allungano e le temperature che iniziano a salire progressivamente, ci portano a pensare ai mesi estivi per programmare le sospirate vacanze.

E’ buona cosa, soprattutto per tutti quei viaggiatori “fai da te”, oltre a programmare accuratamente tutte le tappe del viaggio, anche pensare ad una tutela assicurativa, soprattutto se si va all’estero.

E’ sempre bene avere una polizza sanitaria di rimborso spese mediche quando si affronta un viaggio da soli o in compagnia della propria famiglia o con amici in quanto, una improvvisa malattia o uno sfortunato infortunio, può richiedere di recarsi in ospedale per le cure del caso ed eventualmente il ricovero. In questi casi si rischia di dover pagare dei conti salatissimi per rimborsare alle strutture sanitarie estere il costo degli esami e cure prestate.

Con una polizza multi rischi viaggio è possibile tutelarsi e avere a disposizione tutta l’assistenza sanitaria necessaria dalla consulenza medica, all’invio di un medico o al rientro sanitario nel proprio paese. Inoltre è possibile coprirsi con un massimale adeguato per il rimborso delle spese mediche sostenute per le cure. Vi sono, infine, coperture varie per la garanzia dei bagagli, della tutela legale in viaggio, degli infortuni e dell’abitazione.
02/05/14
Polizza fai da te?
Il cosiddetto canale di acquisto diretto, ovvero l’acquisto di una polizza assicurativa su internet, è sempre più in espansione grazie alla possibilità di trovare offerte e condizioni di favore.

Ma non è sempre tutto oro ciò che luccica. E’ quindi necessario porre alcuni accorgimenti per acquistare in tutta tranquillità su internet un prodotto assicurativo.

Vediamo come.

Innanzi tutto bisogna tenere presente che vi può essere la possibilità di incappare nel sito di un operatore non regolarmente abilitato. In caso di dubbio circa l’effettiva identità dell’impresa, quindi, è possibile consultare sul sito dell’Ivass (Istituto di Vigilanza delle Assicurazioni) l’Albo delle imprese italiane autorizzate ad operare e gli elenchi delle imprese estere ammesse ad operare in Italia in regime di stabilimento (con una sede stabile) oppure in libera prestazione di servizi (senza una sede stabile). Per il ramo RCA è opportuno consultare l’elenco delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia in tale settore. Esiste, poi, un contact center per i consumatori che risponde al n° 800/486661.

Altra buona norma da seguire è quella di evitare di stipulare polizze di assicurazione con imprese estere non ammesse all’esercizio dell’attività in Italia in quanto si può rischiare di acquistare delle coperture non conformi ai dettami di legge italiani, con il rischio, magari, di violare norme fiscali o assicurative.

Leggere sempre con attenzione il fascicolo informativo e verificare qual è la legge applicabile al contratto. Questo può comportare difficoltà in caso di contenzioso in quanto la compagnia estera può cercare di far valere i propri diritti e sceglie un paese straniero per la disputa del caso con la competenza attribuita ad un giudice straniero che comporta la logica conseguenza di maggiori costi e disagi per lo svolgimento del giudizio all’estero.

Se si tratta di polizza RCA, l’impresa deve rilasciare tempestivamente un documento attestate il pagamento da esibire, per evitare contravvenzioni, e deve inviare i documenti originali in 5 giorni dal pagamento.

Non sempre risparmio vuol dir guadagno .

Prima di intraprendere un acquisto assicurativo tramite internet, documentarsi accuratamente per evitare di incorrere in spiacevoli sorprese che, potenzialmente, possono dilapidare il risparmio e, spesso, far spendere molto di più rispetto ai canali tradizionali.
30/04/14
La copertura assicurativa per la vostra attività agricola
La notizia è di qualche tempo fa, ma è proprio il caso di dirlo: ha fatto il botto!
L’ambientazione è quella di Rasdorf in Germania, villaggio tranquillo fino a quando un boato enorme ha destato i tranquilli abitanti della zona. In una stalla di 90 mucche, in seguito alle ripetute flatulenze, unite al processo di masticazione, si è venuta a creare una concentrazione importante di gas metano. E’ bastata, quindi, una scarica elettrica per far esplodere l’intera stalla.

Un botto terribile, le fiamme, una mucca ustionata e vite umane messe in pericolo da questo particolare quanto singolare evento. E’ provato, infatti, che i bovini, durante la loro attività digestiva, producono notevoli quantità di gas al giorno. Si parla di circa 500kg.

In questa stalla tedesca, l’insieme delle flatulenze e dei processi digestivi, ha fatto sì che l’aria si saturasse completamente di metano a tal punto che è bastata una piccola scossa partita da un macchinario affinché succedesse il botto. Tetto a fuoco, intervento dei vigili del fuoco e messa in sicurezza del luogo.

Sembra una barzelletta, ma la realtà, a volte, supera l’immaginazione.

Ecco che in questi casi diventa di fondamentale importanza una buona copertura assicurativa per l’attività agricola e nello specifico per l’immobile adibito a stalla con le estensioni necessarie a tutelarsi da eventi quotidiani, ma anche da eventi singolari. Diventa, quindi, importante una polizza incendio che tuteli il fabbricato da eventuali incendi o esplosioni o scoppi, ad esempio, ma anche il proprio “contenuto” che può essere fatto di animali, di macchinari o di foraggio sempre per gli stessi rischi.

Si pone, poi, il problema anche di tutelarsi da eventuali richieste danni che possono arrivare da terzi per danni arrecati, nel caso sopra esposto, da questa esplosione: il fatto in se che ha comportato anche un incendio, può aver danneggiato veicoli parcheggiati in zona, altre abitazioni o ferito persone. Per evitare di dover rispondere in toto con il proprio patrimonio, una copertura multi rischio per l’incendio può soddisfare le varie esigenze.
06/02/14
Finanziaria Internazionale adotta due BMW i3 per gli spostamenti di servizio
Finanziaria Internazionale adotta la mobilità sostenibile con l’arrivo di una prima mini flotta di BMW i3, la elettrica che combina il concetto di spostamento agile e rispettoso dell’ambiente con un design innovativo e un motore elettrico eDrive sviluppato nel quadro della tecnologia Efficient Dynamics.

Due le auto completamente elettriche che sono state simbolicamente consegnate a Daniele Da Lozzo, COO del Gruppo Finint, da parte del Presidente di BMW Bank GmbH – Succursale Italiana, Harald Schlegel, nella sede BMW Italia di San Donato Milanese (Mi). (nella foto un momento della consegna delle auto).

Si tratta del primo contratto di leasing che BMW Bank GmbH – Succursale Italiana sottoscrive in Italia per i propri veicoli elettrici. Le due auto elettriche sono attese nell’headquarters di Conegliano entro le prossime settimane.

“L’adozione delle due nuove BMW i3 è il primo passo di Finanziaria Internazionale verso la mobilità sostenibile – ha dichiarato Daniele Da Lozzo -. Le auto elettriche sono state acquisite per gli spostamenti di servizio secondo un piano di mobilità eco-friendly che vede coinvolto il Gruppo Finint e in modo particolare la società Agenzia Italia, leader in Italia nell’outsourcing amministrativo per le Società del settore automotive”.

Sul fronte energia pulita e risparmio energetico Finint prosegue l’impegno iniziato nel 2009 con l’avvio del fondo Copernico, primo fondo italiano dedicato alle energie rinnovabili e seguito dall’avvio del Fondo Perseide Energie nel 2012. Nel 2014 sarà avviato un ulteriore fondo denominato Finint Smart Energy, focalizzato in interventi nel settore dell’efficienza energetica.

Finint è attiva anche con servizi di finanziamento per incentivare l’utilizzo di energia rinnovabile e presto proporrà sul mercato un nuovo prodotto mutuo dedicato interamente al risparmio energetico.
Pagina 5 di 14
Prima pagina Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 Pagina successiva Ultima pagina